Crollano i tassi all’asta BTp. Per la prima volta cedola zero sui titoli triennali

13 Ottobre 2020

Il Sole 24 Ore di Andrea Franceschi.

Crollano i tassi all'asta BTp. Per la prima volta cedola zero sui titoli triennali - Il Sole 24 ORE

Le domande che dovete porvi sono : l’Italia merita un merito creditizio per pagare 0% su titoli a tre anni di nuova emissione ? Valgono davvero così poco i vostri sudati risparmi ? Qual’è l’effettivo rischio nel comprare BTP ? Una volta risposto a queste, non rimane che la diversificazione nei fondi e nelle altri asset di investimenti

Il momento per il Tesoro è particolarmente propizio considerando il recente rally dei BTp i cui rendimenti nell’ultimo mese sono scesi dall’1 al 0,66 % sui dieci anni.

Si riduce ancora il costo di rifinanziamento del debito pubblico. All’indomani di una seduta che ha visto i rendimenti a 10 e 30 anni toccare nuovi minimi storici il Tesoro ha messo a segno un collocamento di nuovi titoli a 3, 7 e 30 anni il cui costo è stato il più basso mai registrato finora.

Cedola azzerata

Per la prima volta la cedola dei BTp triennali offerti in asta è stata azzerata e il Tesoro ne ha collocati per un controvalore di 3,75 a fronte di una domanda che ha superato i 5,24 miliardi di euro. Molto solida anche la domanda per i BTp a 7 anni (3,95 miliardi a fronte di 2,25 miliardi collocati). Anche in questo caso il costo di rifinanziamento si è fortemente ridotto passando dallo 0,75% allo 0,34 per cento. Minimi storici anche per il rendimento dei nuovi BTp a 30 anni collocati per un controvalore di 1,5 miliardi ad un rendimento medio dell’1,48 per cento.

Il momento per il Tesoro è particolarmente propizio considerando il recente rally dei BTp i cui rendimenti nell’ultimo mese sono scesi dall’1 al 0,66 per cento sulla scadenza decennale con lo spread sui Bund tedeschi ritornato ai livelli pre-Covid. Il peggioramento delle prospettive di crescita dell’economia correlato alla seconda ondata di contagi ha paradossalmente favorito il rally dei BTp e dei titoli degli altri Paesi periferici perché ha alimentato la speculazione su una nuova tornata di stimoli monetari da parte della Banca centrale europea.

 

Autore: adminicola15

Private Banker - Partner Azimut Consulenza finanziaria presso Azimut

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *